Se pensiamo all’arancio, subito ci sovviene la Sicilia come terra natia di questo meraviglioso frutto, ma in realtà la pianta di arancio è originaria dell’estremo oriente, più precisamente il sud della Cina e la Birmania. Nella cultura di quei luoghi il frutto dell’arancio era chiamato “palla d’oro”, per la sua forma ed il suo colore solare; in effetti l’arancio ricorda sia nella forma che nel carattere la solarità della nostra stella.

Nell’arancio convivono due polarità, lo Yin e lo Yang, i paradossi dell’unità olistica; la sua scorza amara nasconde, per chi ha la pazienza di sbucciarlo, la dolcezza del suo succo del suo aroma. Anche l’energia che sprigiona, nel processo di fruttificazione si contrappone alla misura con cui produce solo un numero limitato di frutti. In questo senso l’arancio è “sinonimo” di equilibrio ed armonia. Il suo profumo, Fresco, Dolce e Fruttato,  infatti stimola senza eccitare e calma senza deprimere, inoltre apre il cuore alla gioia ed alla condivisione.

L’olio essenziale d’arancio porta con sé le qualità di antidepressivo, vivificante e tranquillante in caso di ansia; è consigliato nei periodi di malumore, tristezza e astenia. La solarità che lo contraddistingue favorisce la creatività e il fluire dell’energia emozionale.

L’olio essenziale di Arancio è contenuto in myAgrumi

Dott. Alessandro Gornati

Join event